Risorse bibliografiche

Titolo

Discriminazione razziale, xenofobia, odio religioso : diritti fondamentali e tutela penale : atti del Seminario di studio, Università degli studi di Padova, 24 marzo 2006 / a cura di Silvio Riondato

Pubblicazione

Padova : CEDAM, 2006

Descrizione

vi, 256 p. ; 22 cm

Collana

Quaderni del Dipartimento di diritto pubblico internazionale e comunitario / Università di Padova ; 5

Soggetto

Xenofobia — Diritto penale — Congressi

Discriminazioni razziali — Diritto penale — Congressi

Diritti dell’uomo — Tutela penale — Congressi

Altro Autore

Riondato, Silvio

ISBN

9788813272135

Dewey #

345.4502322

Nota

In testa al front.: Università degli studi di Padova dipartimento di diritto pubblico, internazionale e comunitario ; Ministero per le pari oppurtunità; Ordine degli avvocati di Padova ; Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali

Bibliografia

Con bibliografia

Descrizione

Il volume raccoglie differenti contributi che mirano a individuare casi attuali di discriminazioni aventi rilevanza penale e insieme costituzionale. I contributi sono tutti di autorevoli studiosi e si qualificano per applicare il diritto a fattispecie nuove ed estremamente attuali. Per esempio si tratta dell’infibulazione, della discriminazione religiosa in ambiente musulmano, dell’odio razziale, della discriminazione razziale nelle forze armate.


Autore

Roversi, Antonio.

Titolo

L’odio in rete: siti ultras, nazifascismo online, jihad elettronica / Antonio Roversi.

Pubblicazione

Bologna : Il mulino, 2005.

Descrizione

197 p. ; 21 cm.

Collana

Contemporanea ; 167

Soggetto

Internet — Aspetti socio-culturali

ISBN

8815108874

Dewey #

364

Bibliografia

Cont. riferimenti bibl.

Descrizione

Accingendosi a studiare i siti web che esaltano la violenza, Roversi aveva in mente una ricerca sociologica, e dunque si disponeva al necessario distacco scientifico. Poi si è trovato di fronte i linciaggi di “negri” proposti dai siti neonazisti americani, le volgarità antisemite di certe pagine web italiane, il volto cereo di Enzo Baldoni apparso all’improvviso durante la visita di un sito medio-orientale. Superato l’impulso a spegnere il computer, l’autore ha scritto un libro che abbandona un impossibile atteggiamento distaccato per lasciare spazio anche a ricordi, sensazioni e riflessioni personali, senza rinunciare tuttavia a proporre alcuni significativi spunti di discussione.


Autore

Menesini, Ersilia

Titolo

Prevenire e contrastare il bullismo e il cyberbullismo approcci universali, selettivi e indicati / Ersilia Menesini, Annalaura Nocentini, Emanuela Palladino

Pubblicazione

Bologna : Il mulino, 2017

Descrizione

191 p. ; 22 cm

Collana

Psicologia in pratica

Soggetto

Cyberbullismo — Prevenzione

Bullismo — Prevenzione

Altro Autore

Nocentini, Annalaura

Palladino, Emanuela

ISBN

9788815272980

Dewey #

371.58

Nota

Nome dell’autore in copertina: Benedetta E. Palladino

Descrizione

Sempre più frequenti in ambito scolastico, non solo fra gli adolescenti, ma anche in fasce di età più precoci, bullismo e cyberbullismo possono causare disturbi a livello affettivo, di identità, di autostima e di relazione tanto gravi quanto pervasivi. La prevenzione e il contrasto risultano pertanto essenziali per la protezione delle vittime, da un lato, e per l’educazione alla socialità, dall’altro. Il libro offre strumenti teorici e applicativi avanzati per affrontare il fenomeno, facendo proprio il modello innovativo della piramide della prevenzione universale, selettiva e indicata.


Autore

Mura, Giulia

Titolo

Il Cyberbullismo / Giulia Mura, Davide Diamantini

Pubblicazione

Milano : Guerini e Associati, 2013

Descrizione

162 p. : ill. 23 cm

Collana

Qua_si 16

Soggetto

Minori devianti — Impiego [del] World Wide Web

ISBN

9788862504140

Dewey #

371.58

Descrizione

Il cyberbullismo è un fenomeno che coinvolge un numero crescente di giovani in Italia e nel mondo. Con questo termine si descrive un’ampia categoria di comportamenti aggressivi, accomunati da un uso improprio delle tecnologie della comunicazione e dell’informazione. Litigi via chat, diffusione online di informazioni denigratorie, pubblicazione di immagini maliziose rubate a scuola sono esperienze entrate a far parte del quotidiano di insegnati, educatori, genitori (e soprattutto dei ragazzi). Per comprendere meglio le radici di questo fenomeno in rapida crescita è necessario adottare un approccio multidisciplinare che possa fondere conoscenze di ambiti diversi, dalla psicologia alla comunicazione. Diventa fondamentale accompagnare i giovani nel loro percorso di crescita “virtuale”, facendo in modo che lo sviluppo delle competenze relative alla tecnologia sia accompagnato da una crescente consapevolezza nell’uso di tali strumenti. Il libro affronta il tema del cyberbullismo con l’intento di fornire una serie di spunti di riflessione teorica, accompagnati da indicazioni utili a chiunque debba confrontarsi con questo problema; si configura perciò come un valido supporto nella prevenzione del fenomeno, ma intende anche contribuire al nascente dibattito su un tema così attuale e ancora poco conosciuto.


Autore

Fiorucci, Andrea

Titolo

Omofobia, bullismo e scuola : atteggiamenti degli insegnanti e sviluppo di pratiche inclusive a sostegno della differenza / Andrea Fiorucci

Pubblicazione

Trento : Erickson, 2018

Descrizione

151 p. ; 24 cm

Collana

U&R : University & research. Area 11

Soggetto

Omofobia — Ruolo [del] Bullismo

Bullismo [e] Omofobia — Prevenzione — Italia

ISBN

9788859016267

Dewey #

362.740945

Descrizione

In continuità con il recente Piano Nazionale di Educazione al Rispetto proposto dal Ministero della Pubblica Istruzione, il volume pone l’accento sulla necessità di diffondere a scuola una cultura dell’inclusione e delle differenze, con una specifica attenzione alla prevenzione e al contrasto della stigmatizzazione e della vittimizzazione omofobica. Rimarcando il ruolo chiave svolto dai docenti nella prevenzione e nel contrasto del dilagante fenomeno del bullismo omofobico a scuola, il volume presenta e discute i risultati di una ricerca qualitativa sulle percezioni e sulla progettazione di interventi inclusivi di un gruppo di insegnanti in formazione e in servizio.


Titolo

Il bullismo omofobico : manuale teorico- pratico per insegnanti e operatori / Gabriele Prati … (et al.)

Pubblicazione

Milano : F. Angeli, 2010

Descrizione

302 p. ; 23 cm + 1 CD-ROM

Collana

Educare alla salute. Strumenti, percorsi, ricerche ; 17

Soggetto

Omofobia

Omosessuali — Discriminazione

Bullismo

Altro Autore

Prati, Gabriele

ISBN

9788856807387

Dewey #

306.766

Descrizione

La pratica educativa di chi lavora a contatto con gli adolescenti testimonia come il linguaggio omofobico sia correntemente praticato per scherzare o per offendere nel litigio più banale, mentre in molti contesti scolastici l’etichetta denigratoria di “frocio” o “lesbica” è adoperata per escludere chi, al di là dell’orientamento sessuale, viene percepito come diverso rispetto alle aspettative di genere, configurando veri e propri casi di bullismo omofobico. Non è un fenomeno di poco conto. Studi scientifici documentano quanto esso sia diffuso e deleterio per chi lo subisce, con conseguenze che – in questi più che in altri casi di prepotenze ripetute – possono arrivare fino all’abbandono scolastico o al suicidio. Il bullismo omofobico, dunque, è prima di tutto un problema culturale molto ampio. Riguarda ragazzi e adulti, prepotenti e vittime e astanti, coinvolti nella stessa dinamica di sopraffazione ai danni del più debole. Contrastare queste forme di esclusione e discriminazione è particolarmente difficile per gli adulti che vi assistono perché richiede di affrontare, seriamente ma serenamente, argomenti ancora inconsueti nella scuola come la diversità, le norme di genere, l’amore e la sessualità. Il volume si propone di offrire basi teoriche, di ricerca ed esperienziali su cui insegnanti, psicologi scolastici, educatori possano costruire dei loro percorsi educativi indipendentemente dalle proprie posizioni, purché accomunati da una scelta etica-deontologica che mira a contrastare ogni forma di discriminazione e di violenza, sia essa verbale o fisica, e di violazione dei diritti umani. Il testo si apre con una contestualizzazione teorica del fenomeno e con una rassegna di ricerche nazionali e internazionali sul bullismo omofobico, quindi propone un’analisi di come la stampa italiana si è occupata di questo tema attraverso il caso di Matteo, il ragazzo suicidatosi nel 2007. Di seguito si svolge una riflessione teorico-metodologica sui percorsi preventivi e si presentano alcuni interventi realmente svolti nella scuola primaria e secondaria su situazioni specifiche. Nell’ultima sezione il lettore troverà un manuale articolato in attività strutturate all’interno dei percorsi curricolari, giochi pedagogici ad uso di educatori o insegnanti formati sulle dinamiche di gruppo e, infine, questionari e schede di ricerca e di valutazione. Allegato al libro, un cd-rom raccoglie tutto il manuale operativo per la conduzione delle attività e un video didattico sull’omofobia.


Titolo

Bullismo elettronico : fattori di rischio connessi alle nuove tecnologie / a cura di Maria Luisa Genta, Antonella Brighi, Annalisa Guarini

Pubblicazione

Roma : Carocci, 2009

Descrizione

170 p. ; 24 cm.

Collana

Biblioteca di testi e studi (Carocci) ; 500. Psicologia

Soggetto

Bullismo

Altro Autore

Genta, Maria Luisa

Brighi, Antonella

Guarini, Annalisa

ISBN

9788843049004

Bibliografia

Bibliografia: p. 155-170

Descrizione

Il bullismo elettronico (cyberbullying) è un fenomeno molto recente, studiato in ambito internazionale solo da pochi anni, che vede l’attuazione di aggressioni volontarie e ripetute nel tempo attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie di comunicazione da parte di preadolescenti e adolescenti. Lo scopo del libro è indagare le caratteristiche di questo nuovo fenomeno, esaminando i diversi fattori di rischio ad esso associati e analizzando il rapporto tra bullismo elettronico e bullismo tradizionale. Il fenomeno del bullismo elettronico viene approfondito integrando approcci metodologici quantitativi e qualitativi, utilizzando il punto di vista di discipline diverse quali la psicologia dello sviluppo, la psicologia sociale, la psicologia clinica, la pedagogia e la sociologia. Il volume costituisce uno strumento di riflessione per i ricercatori e per quanti si preparano a lavorare con adolescenti; è pensato inoltre per chi opera già nel mondo della scuola, per i genitori e i giovani che desiderino approfondire la loro conoscenza sulle forme di aggressività presenti in adolescenza.


Titolo

Il bullismo nella scuola primaria a cura di Elena Buccoliero, Marco Maggi

Pubblicazione

Milano : F. Angeli, 2008

Descrizione

319 p. : ill. ; 30 cm. + 1 CD-ROM

Collana

Educare alla salute ; 14

Soggetto

Alunni — Comportamento — Scuola elementare

Aggressività — Infanzia

Altro Autore

Maggi, Marco

Buccoliero, Elena

ISBN

9788846483416

Dewey #

371.58

Descrizione

Il volume esamina lo sviluppo dell’aggressività nell’infanzia, la violenza verso gli animali come fattore di rischio, le possibili relazioni tra programmi televisivi, videogiochi e condotte aggressive, le similitudini e le differenze tra disturbi di condotta e bullismo: i risultati di un’indagine che ha riguardato diverse città italiane, e la programmazione curriculare della convivenza civile come strumento per fronteggiare le prepotenze.


Titolo

Progetto bullismo: l’esperienza e il confronto di quattro progetti di prevenzione / a cura di Marco Maggi, Elena Buccoliero ; contributi di: Mauro Arletti … [et al.].

Pubblicazione

Piacenza : Berti, [2006]

Descrizione

303 p. : ill. ; 24 cm. + 1 CD-ROM.

Soggetto

Alunni — Comportamento — Italia — Inchieste

Aggressività — Infanzi — Italia — Inchieste

Altro Autore

Maggi, Marco.

Buccoliero, Elena.

ISBN

9788873641247

Dewey #

362

Nota

Saggi.

Bibliografia

Cont. riferimenti bibl.

Descrizione

Questo libro racconta quattro esperienze progettuali di prevenzione del bullismo realizzate in diverse realtà comunali dell’Italia centro-settentrionale: Cento (FE), Codogno (LO), Savigliano (CN) e Soliera (MO). Sono tutte città medio piccole (dai 15.000 ai 30.000 abitanti) dove enti locali, associazioni di volontariato, Aziende Sanitarie e istituti scolastici hanno cercato di fronteggiare questo vecchio e nuovo fenomeno che coinvolge ormai tutte le scuole italiane. Molto spesso si parla di bullismo enfatizzando eventi tragici, molto meno si condivide ciò che si può fare e quanto è stato fin qui realizzato e ottenuto. “Progetto bullismo” è suddiviso in quattro sezioni: cenni alle teorie di fondo che spiegano il fenomeno e orientano l’intervento; l’analisi dei progetti presentati; la valutazione degli interventi; le ricerche sul bullismo nelle scuole coinvolte e la testimonianza di chi ha vissuto in prima persona un’esperienza che desidera essere comunicata e valorizzata.


Autore

Civita, Anna

Titolo

Il bullismo come fenomeno sociale : uno studio tra devianza e disagio minorile / Anna Civita

Pubblicazione

Milano : F. Angeli, 2006

ISBN

9788846482631

Descrizione

Il bullismo rappresenta una nuova forma di devianza, propria dei giovani, che necessita di grande attenzione, in quanto spesso si manifesta come azione di gruppo nei confronti di uno o più individui incapaci di difendersi. Il suo persistere può trasformare i bulli in futuri devianti o criminali e le vittime in soggetti irrimediabilmente depressi o suicidi. Il bullismo va scoperto, analizzato e compreso nelle sue diverse forme e sfaccettature, perché solo con un impegno costante si può favorire il recupero di un clima più sereno nell’ambito scolastico, in primis, e in quello familiare poi. La scuola appare il luogo privilegiato di attuazione del fenomeno, ma anche il fattore causante, per cui risulta importante l’apporto collaborativo di tutti coloro che ruotano intorno a tale istituzione sociale: il dirigente scolastico, i docenti, il personale non docente, gli studenti e i familiari, nonché la struttura, l’organizzazione e la gestione della scuola stessa.
Il volume si rivolge a chi sia interessato ad avvicinarsi per la prima volta alla comprensione di tale fenomeno, in quanto fornisce un quadro esemplificativo del bullismo, dopo uno studio attento da parte di autorevoli studiosi, mettendo in evidenza chi sono i soggetti attivi e passivi maggiormente coinvolti, qual è il luogo privilegiato di azione ed altri aspetti ad esso correlati. Si rivolge inoltre a quanti vogliano approfondirne la conoscenza, valutando quale, tra le diverse tipologie di politiche antibullismo proposte, sia la più adatta per rispondere alla realtà riscontrata.


Autore

Marini, Franco

Titolo

Bullismo e adolescenza / Franco Marini, Cinzia Mameli

Pubblicazione

Roma : Carocci, 2004

Descrizione

160 p. ; 22 cm

Collana

Biblioteca di testi e studi ; 271

Psicologia

Soggetto

Bullismo — Aspetti psicologici

Adolescenti — Comportamento sociale

Altro Autore

Mameli, Cinzia

ISBN

8843030760

Dewey #

155.5

Nota

Bibliografia: p. 149-160

Descrizione

Dopo aver descritto le prepotenze e le prevaricazioni fatte e/o subite nei primi anni di scolarizzazione, i due autori allargano con questo nuovo volume la loro ricerca all’età dell’adolescenza. Con dovizia di dati statistici e comparativi, ne emerge un quadro a dir poco preoccupante su un fenomeno che è forse riduttivo definire dilagante e che spesso è alla base di quei riti di iniziazione che talvolta accompagnano l’ingresso all’università o contrassegnano il periodo iniziale del servizio militare.


Titolo

Bullismo : le azioni efficaci della scuola: percorsi italiani alla prevenzione e all’intervento / Ersilia Menesini (a cura di)

Pubblicazione

Gardolo : Erickson, 2003

Descrizione

198 p. : ill. ; 24 cm

Collana

Guide per l’educazione

Soggetto

Adolescenti — Comportamento aggressivo — Prevenzione

Fanciulli — Comportamento aggressivo — Prevenzione

Altro Autore

Menesini, Ersilia

ISBN

8879465139

Dewey #

371.93

Descrizione

Capita sempre più spesso di sentir parlare di bullismo in relazione a gravi fatti di cronaca in cui sono coinvolti adolescenti. Ormai si sa cos’è il bullismo, e se ne sono individuate le varie cause, psicologiche, sociali e culturali. Ma cosa si può fare in ambito scolastico per evitare che i più diffusi disagi emotivi e psicologici dell’età adolescenziale si trasformino in comportamenti violenti e socialmente pericolosi. Il libro si propone di rispondere a questi interrogativi, basandosi sulla conoscenza teorica ed empirica del fenomeno e fornendo allo stesso tempo utili e importanti suggerimenti su come affrontarlo, elaborando una “via italiana” alla prevenzione e all’intervento. L’obiettivo che ci si prefigge è quello di presentare degli strumenti destinati ad insegnanti, psicologi e quanti si trovano a dover affrontare queste tematiche. Nei capitoli vengono descritti vari percorsi di lavoro e si propongono diversi approcci, da quelli più strettamente curricolari a quelli più innovativi, volti a potenziare le risorse dei ragazzi attraverso un processo di progressiva responsabilizzazione dei ruoli di aiuto o di supporto tra pari. Le attività proposte sono particolarmente efficaci, in quanto frutto di una sperimentazione decennale, svolta in diverse scuole italiane. Una guida pratica, un utile strumento per conoscere e prevenire il bullismo, oltre che per approfondire le tecniche di intervento, in modo da favorire un clima di convivenza e rispetto reciproco.


Autore

Menesini, Ersilia

Titolo

Bullismo che fare?: prevenzione e strategie d’intervento nella scuola / Ersilia Menesini

Pubblicazione

Firenze : Giunti, c2000

Descrizione

XIV, 208 p. : tab. ; 24 cm

Collana

Manuali e monografie di psicologia Giunti

Soggetto

Alunni — Comportamento

Bullismo

Aggressività – Infanzia

Aggressività – Adolescenza

Alunni – Comportamento

ISBN

8809018869

Dewey #

371.58

Nota

Bibliografia: p. 195-204

Descrizione

Dopo una serie di contributi volti a conoscere l’entità e la natura del fenomeno del bullismo a scuola, questo volume intende testimoniare l’impegno e la sperimentazione presenti in molte realtà scolastiche del nostro Paese. L’idea sottostante le ricerche-intervento presentate nel libro è che la scuola può fare molto per aiutare i bambini in difficoltà non solo a livello di apprendimento, ma anche sul piano della formazione della personalità e dell’educazione socioaffettiva. Il volume si compone di due sezioni. Nella prima l’autrice presenta una rassegna aggiornata delle conoscenze relative ai temi della prevenzione, del bullismo e dei modelli di intervento sperimentati all’estero. La seconda parte raccoglie il contributo di ricercatori di diverse regioni italiane e riporta i percorsi e le valutazioni di alcune ricerche-intervento condotte nelle scuole medie, elementari e dell’infanzia. Queste esperienze sono accomunate da un modello psicologico che vede nel sistema scolastico e nei suoi protagonisti gli interlocutori privilegiati e i possibili alleati per la conduzione e la sperimentazione di programmi di prevenzione e riduzione del bullismo a scuola.


Autore

Esposito

Titolo

Bullismo perché / Esposito

ISBN

9788881248179

Descrizione

La definizione di fenomeno del bullismo, la sua diffusione e le sue manifestazioni sono i temi affrontati per cercare di comprendere meglio il fenomeno in relazione a soggetti in età evolutiva. Scopo della presentazione è offrire una strategia di prevenzione sia all’adulto che al ragazzo responsabili entrambi di imparare ad aprirsi a quel dialogo che permetterà ad entrambi di sentirsi amati e stare insieme.


Autore

Bernardo

Titolo

Il bullismo femminile / Bernardo

ISBN

9788863920215

Descrizione

Quello femminile è un bullismo sottile, tagliente, intellettualizzato. I recenti fatti di cronaca indicano un crescendo preoccupante di episodi di violenza fisica tra ragazze, ma il bullismo femminile riesce a essere spietato anche senza l’abuso fisico. Il motivo per cui il bullismo psicologico viene poco considerato è che è molto meno vistoso rispetto a quello maschile, ma proprio per questo molto più subdolo. Le ragazze, a differenza dei bulli maschi, prediligono, nella maggioranza dei casi, un’aggressività indiretta, non fisica, più sottile e spesso più dolorosa. Emarginano le compagne più deboli, le calunniano, le ricattano, le isolano, le dileggiano, le escludono, le fanno sentire invisibili. Una tortura psicologica, una forma di persecuzione che, se protratta, può avere conseguenze molto gravi: stress, esaurimento nervoso, disturbi alimentari e della concentrazione. E anche forme di autolesionismo.


Autore

Fonzi, Ada

Titolo

Il gioco crudele: studi e ricerche sui correlati psicologici del bullismo / Ada Fonzi; con scritti di Enrica Ciucci … [et al.]

Pubblicazione

Firenze : Giunti, 1999

Descrizione

xiii, 151 p. ; 24 cm

Collana

Manuali e monografie di psicologia Giunti

Soggetto

Aggressività — Infanzia

Alunni — Comportamento

Altro Autore

Ciucci, Enrica

ISBN

880901426x

Dewey #

155

Nota

Saggi

Descrizione

Negli ultimi tempi gli studi sul fenomeno del bullismo in Italia si sono intensificati e il quadro complessivo ha cominciato a delinearsi con sempre maggiore chiarezza. Ma la domanda di fondo – quali sono le cause del bullismo? – rischia di restare senza risposta. Gli studi più recenti di psicologia dello sviluppo, e in particolare quelli relativi ai fattori di rischio, hanno ormai rifiutato ipotesi esplicative deterministiche e unicausali a favore di modelli probabilistici e multicausali. Da questa prospettiva ogni comportamento umano si pone come il risultato di un complesso gioco di azioni e retroazioni e le componenti genetiche, maturative ed ambientali concorrono a delineare le traiettorie individuali. Gli autori di questo volume non si sono proposti dunque di identificare le cause del bullismo, ma di studiare i correlati psicologici del fenomeno, di cui sono portatori i principali attori. In definitiva, le domande a cui si cerca di fornire una risposta sono: chi sono i bulli e le vittime? Com’è strutturata la loro area d’intersezione tra strategie cognitive ed emozioni e valori morali? Come vivono i rapporti familiari e quelli all’interno della classe? Come si rapportano a chi è diverso da loro? Per rispondere a questi interrogativi è stato messo a punto un complesso piano di ricerche su oltre seicento soggetti di scuola elementare e media studiati da prospettive e con metodologie diverse.


Titolo

Il disagio giovanile nella scuola del terzo millennio : proposte di studio e intervento / a cura di Franco Cambi, Grazia Dell’Orfanello, Sandra Landi

Pubblicazione

Roma : Armando, 2008

Descrizione

224 p. ; 24 cm

Collana

Educazione e ricerca

Soggetto

Giovani disadattati

Adolescenti disadattati — Educazione

Bullismo — Adolescenza — Prevenzione

Altro Autore

Cambi, Franco

Dell’Orfanello, Grazia

Landi, Sandra

Altro Autore Ente

Istituto regionale di ricerca educativa della Toscana

ISBN

9788860812902

Dewey #

370.15

Nota

Sul frontespizio : Irre-Toscana. Istituto regionale di ricerca educativa

Il titolo sul frontespizio è così scritto: Il dis-agio giovanile nella scuola del terzo millennio

Descrizione

Non esiste un contenitore che si chiami “disagio giovanile” e che unifichi il ragazzo della “Vucciria” di Palermo a quello dei “Parioli” di Roma, il bullo e l’anoressica. Sarebbe insensato mettere nello stesso calderone un universitario e un giovane immigrato. L’intento degli autori di questo libro è contribuire alla formazione degli insegnanti cercando di dare loro consapevolezza del problema nelle sue manifestazioni profondamente differenziate e alcuni orientamenti per un atteggiamento comprensivo.


Autore

Buccoliero, Elena

Titolo

Tutto normale: bulli, vittime, spettatori / Elena Buccoliero

Pubblicazione

Molfetta (Bari) : La meridiana, 2006

Descrizione

117 p. ; 21 cm

Collana

Prove… storie dell’adolescenza

Soggetto

Aggressività — Adolescenza — Testimonianze

Bullismo

ISBN

888919796X

Dewey #

155

Bibliografia

Include riferimenti bibl.

Descrizione

La violenza che si vede, quella che non si vede e quella che si fa finta di non vedere. La rabbia che esplode ma anche la sofferenza che implode e poi il ruolo di tutti, i bulli, le vittime, gli amici, i genitori, i professori e gli altri adulti. Storie di bulli per mettersi in gioco.


Autore

Di Pietro, Mario

Titolo

Fanno i bulli, ce l’hanno con me… : manuale di autodifesa positiva per gli alunni / Mario Di Pietro, Monica Dacomo ; illustrazioni di Sofia Signoretto

Pubblicazione

Gardolo (Trento) : Erickson, 2005

Descrizione

119 p. : ill. ; 22 cm

Collana

Capire con il cuore

Soggetto

Bullismo

Aggressività — Adolescenza

Alunni — Comportamento

Altro Autore

Dacomo, Monica

ISBN

8879467565

Dewey #

371.58

Nota

Contiene appendici (p. 103-119)

Descrizione

A quasi tutti capita, prima o poi, di essere presi di mira da un compagno di scuola o da qualcuno più grande che, per mascherare le proprie insicurezze e debolezze, si comporta da bullo, diventando aggressivo e prepotente. Quando succede, ci si sente indifesi, spaventati e soli, e spesso si ha paura di reagire o di chiedere aiuto. Ma chi sono questi bulli? E che cosa si può fare per impedire loro di continuare a farci del male? Scritto con un linguaggio semplice e scorrevole, adatto a ragazzi tra gli 8 e i 16 anni, questo volume risponde a queste e a molte altre domande e suggerisce a tutte le vittime del bullismo dei semplici strumenti per imparare a difendersi in modo positivo.


Titolo

TIENILO ACCESO

Autore

VERA GHENO – LUCA MASTROIANNI

ISBN

9788830450004

Collana

NUOVO CAMMEO

Descrizione

Questo libro parla di persone connesse tramite i social network con le parole, forse lo strumento più immediato e potente che abbiamo a disposizione in quanto esseri umani. Eppure, spesso le usiamo in maniera frettolosa e superficiale, senza valutarne le conseguenze. Poiché le possibilità di fraintendimenti, ostilità e interpretazioni distorte dei fatti sono massime laddove non possiamo guardarci in faccia, in rete e in particolare sui social network le parole che scegliamo hanno un peso maggiore, su di noi e su chi ci sta attorno. Infatti oggi la comunicazione sul web appare avvelenata dal bullismo, dalle notizie false e dai continui conflitti. Ci sentiamo intrappolati dall’odio, dalla paura e dalla diffidenza. La verità è che siamo diventati iperconnessi, viviamo contemporaneamente offline e online ed è una condizione complessa, che occorre imparare a gestire. Non esistono formule magiche ma, nel suo piccolo, ciascuno di noi può fare la differenza, curando con più attenzione il modo in cui vive – e quindi parla – in rete: di sé, di ciò che accade, degli altri e con gli altri. La nostra vita interconnessa non dipende, in ultima istanza, dagli strumenti e dagli algoritmi, e nemmeno dai proprietari delle piattaforme: sta a noi scegliere chi siamo e cosa vogliamo in rete. Una sociolinguista e un filosofo della comunicazione, esperti naviganti della rete, ci indicano una delle strade da percorrere per vivere in modo finalmente libero le ricchezze che il web e i social ci offrono: imparando a padroneggiarli senza lasciarcene schiacciare, a decifrarne i messaggi senza farci manipolare, a capire e farci capire attraverso una scelta accorta e consapevole delle parole.


Titolo

POTERE ALLE PAROLE

Autore

VERA GHENO

Pubblicazione

EINAUDI, 2019

Descrizione

Che cosa penseremmo del proprietario di una Maserati che la lasciasse sempre parcheggiata in garage pur avendo la patente? E di una persona che, possedendo un enorme armadio di vestiti bellissimi, indossasse per pigrizia sempre lo stesso completo? Queste situazioni appaiono improbabili; eppure, sono esempi dell’atteggiamento che molti hanno nei confronti della propria lingua: hanno accesso a un patrimonio immenso, incalcolabile, che per indolenza, o paura, o imperizia, usano in maniera assolutamente parziale. Anche se l’italiano non ha bisogno di venire salvato, né tantomeno preservato, è pur vero che dovremmo amarlo di più, perché è uno strumento raffinatissimo, ed è un peccato limitarsi a una frequentazione solamente superficiale. Perché conoscerlo meglio può essere, prima di tutto, di grande giovamento a noi stessi: più siamo competenti nel padroneggiare le parole, più sarà completa e soddisfacente la nostra partecipazione alla società in cui viviamo. Vera Gheno si fa strada nel grande mistero della lingua italiana passando in rassegna le nostre abitudini linguistiche e mettendoci di fronte a situazioni in cui ognuno di noi può ritrovarsi facilmente. E ci aiuta a comprendere che la vera libertà di una persona passa dalla conquista delle parole.


Titolo

LA DISPUTA FELICE. DISSENTIRE SENZA LITIGARE SUI SOCIAL NETWORK, SUI MEDIA E IN PUBBLICO

Autore

BRUNO MASTROIANNI

Pubblicazione

CESATI, 2017

Descrizione

Grazie al web siamo diventati tutti più vicini, ma non automaticamente dei “buoni vicini”. Le tecnologie digitali ci hanno messo in una condizione di costante confronto: sui social network diversi mondi – culturali, sociali, religiosi – si incontrano ogni giorno, senza mediazioni. Per farsi capire oggi occorre saper affrontare questa relazione quotidiana con la diversità dell’altro. In questo testo si offre una guida sintetica per imparare a sostenere il proprio punto di vista davanti a chi non è d’accordo, senza litigare ma anche senza scadere nell’asettico politically correct, per costruire confronti pieni di gusto e soddisfazione. È la disputa felice.


Titolo

LITIGANDO SI IMPARA. DISINNESCARE L’ODIO ONLINE CON LA DISPUTA FELICE

Autore

BRUNO MASTROIANNI

Pubblicazione

CESATI, 2020

Descrizione

Questo libro non vuole essere un manuale di comunicazione gentile, ma il suo contrario: un corso di “lotta di strada” per imparare a stare nei conflitti quando ci si sente circondati, quando si è fatto qualche passo falso e tutto sembra andare storto. Perché non bisogna aver paura della naturale tendenza umana a litigare, occorre solo guardarla in faccia per quella che è: una forma di violenza (verbale) che è l’ultimo rifugio degli incapaci (a discutere), parafrasando Asimov. In una società iperconnessa che oscilla tra il cittadino “silenzioso” che, per eccesso di politicamente corretto, non ha più voglia di discutere, e il cittadino “urlatore” immobile nelle sue posizioni impermeabili a ogni confronto, abbiamo bisogno di persone che sappiano fare la differenza discutendo. Dalle ceneri fallimentari dei nostri litigi possono nascere, infatti, dispute felici piene di soddisfazione. Basta imparare dagli errori: come quando sbagliamo, anche litigando si impara.


Titolo

I DISCORSI DELL’ODIO. RAZZISMO E RETORICHE XENOFOBE SUI SOCIAL NETWORK

Autore

CATERINA FERRINI E ORLANDO PARIS

Pubblicazione

CAROCCI, 2019

Descrizione

In un momento di grande disorientamento politico e morale, in cui tornano in voga concetti pericolosi come quello di “razza” e i discorsi denigratori sono legittimati anche da politici di primo piano, sembra quasi che l’odio non abbia più anticorpi e freni sociali: i discorsi razzisti si diffondono come virus e passano dalla sfera virtuale, social, a quella giornalistica e mediale. Come opporsi a questo meccanismo discorsivo? Un primo passo da compiere può essere quello di uscire dalla narrazione emotiva della cronaca e, mettendo in azione le discipline umanistiche, trovare delle chiavi di lettura in grado di restituire tutta la complessità del fenomeno, così da poterlo raccontare. Il volume propone un’analisi che permette di conoscere la dimensione strutturale dei discorsi dell’odio, di mostrarne le dinamiche funzionali e gli effetti che producono, in altre parole di smascherarli. Prefazione di Marcel Danesi.


Titolo

HATE SPEECH. L’ODIO NEL DISCORSO PUBBLICO. POLITICA, MEDIA, SOCIETÀ

Autore

RAFFAELLA PETRILLI

Pubblicazione

ROUND ROBIN EDITRICE, 2020

Descrizione

Che cos’è il linguaggio d’odio, come riconoscerlo? Il volume risponde esplorando da punti di vista diversi (semiotico, giuridico, filosofico, linguistico, etnolinguistico, artistico) quella modalità espressiva nota come hate speech, che sembra divenuta tipica del discorso pubblico delle democrazie contemporanee. Se ne ricava l’identikit del “disvalore comunicativo” tipico delle manifestazioni di hate speech e che consiste nel riservare all'”odiato” il ruolo di persona priva del diritto di parola. Se la forza del linguaggio sta nel costruire relazioni tra persone, il linguaggio d’odio punta invece a costruire l’esclusione dell’altro. In questo modo, esso equivale sul piano simbolico a ciò che nella realtà empirica è aggressione o eliminazione fisica: ovvero all’aggressione o eliminazione del “diritto di parola”. Questo libro costituisce il primo risultato della ricerca promossa dall’Accademia di Diritto e Linguaggio, istituita nel 2018 all’Università della Tuscia. con l’obiettivo di approfondire la conoscenza dei fattori di crisi legati alle migrazioni e al multiculturalismo che si manifestano oggi in Europa.


Titolo

PAROLE E POTERE. LIBERTÀ D’ESPRESSIONE, HATE SPEECH E FAKE NEWS

Autore

GIOVANNI PITRUZZELLA – ORESTE POLLICINO – STEFANO QUINTARELLI

Pubblicazione

EGEA, 2017

Descrizione

Quali sono le sfide che l’esercizio su internet di alcune libertà fondamentali, e in primo luogo la libertà di espressione, pone oggi a chi studia il rapporto tra diritto costituzionale e nuove tecnologie? Qual è il giusto bilanciamento tra tutela del diritto di informare ed essere informato e le altre libertà di rilevanza costituzionale che inevitabilmente rischiano di entrare in conflitto quando fake news e hate speech entrano nell’orbita del diritto pubblico? Quali sono le soluzioni tecnologiche più adeguate per fronteggiare tali fenomeni? Sono queste le domande principali cui gli autori cercano di dare risposta attraverso un percorso di indagine che parte dalle origini del costituzionalismo contemporaneo in tema di libertà di espressione e si muove poi lungo le coordinate relative alla giurisprudenza della Corte suprema statunitense e delle Corti europee, nel processo di transizione dell’esercizio di diritti e libertà fondamentali dal mondo degli atomi a quello dei bit.


Titolo

SECURITY AND HATE SPEECH

Autore

SALVATORE SICA – GIORGIO GIANNONE CODIGLIONE

Pubblicazione

MULINO, 2018

Descrizione

Il libro è il risultato dell’esperienza culturale e organizzativa del primo G7 dell’Ordine degli Avvocati tenutosi a Roma il 14 settembre 2017 e da qui nasce l’obiettivo di costruire un solido ponte di dialogo e confronto tra avvocati di tutto il mondo sui temi della sicurezza e tutela dei diritti fondamentali nel nuovo ambiente informatico e globale del cosiddetto Web 2.0. Un percorso di riflessione innovativo e aperto, che richiede un contributo costante e dinamico da parte di tutti i soggetti coinvolti: trovare una “verità” nelle informazioni online che siano pubbliche, private o frutto di un processo partecipativo? La legge dovrebbe essere un mero strumento di regolamentazione della tecnologia, o il «lavoro di tutti», un pilastro che sostiene la crescita consapevole della società e la promozione di valori condivisi?


Titolo

PRIVACY, MINORI E CYBERBULLISMO

Autore

MARCO OROFINO

Pubblicazione

GIAPPICHELLI EDITORE, 2018

Descrizione

Fra le innovazioni legislative che hanno caratterizzato la XVII legislatura (2013-2018), un posto di primo piano merita senz’altro la legge n. 71/2017 in materia di cyberbullismo. Fortemente voluta dalla sen. Elena Ferrara, ed approvata dopo un articolato percorso parlamentare, la legge punta a prevenire e contrastare un fenomeno gravemente lesivo della privacy e del benessere psicologico e sociale dei minori – nei casi estremi sino ad atti di suicidio, purtroppo verificatisi – tipicamente posto in essere da altri minori nel cyberspazio. Un “territorio”, quest’ultimo, oramai familiare, specialmente per i millennials, ma non per questo sempre percepito (anche dagli adulti) in tutta la sua potenziale pericolosità. Il volume affronta il tema del cyberbullismo e della legge n. 71/2017 in prospettiva interdisciplinare grazie a contributi di studiosi di diritto costituzionale e pubblico, amministrativo, penale, comparato e di informatica giuridica e psicologia generale, nonché mediante le riflessioni di soggetti istituzionali che si sono particolarmente impegnati per la concreta tutela dei minori dal bullismo sul web. Specifica attenzione è dedicata, nel volume, al regime europeo e nazionale di protezione dei dati personali dei minori, al quadro costituzionale di riferimento della legge n. 71/2017 e alle procedure da essa previste, ai reati che possono essere commessi mediante condotte di cyberbullismo, alle ricerche sulle abitudini errate dei giovani on-line e alle misure di aiuto offerte dalle amministrazioni pubbliche, alle scelte di regolazione assunte in altri Paesi (Europa e Stati Uniti), all’analfabetismo digitale e affettivo che, insieme all’impersonalità, caratterizza frequentemente le relazioni dei minori sul web.


Titolo

CONTRASTARE IL BULLISMO, IL CYBERBULLISMO E I PERICOLI DELLA RETE. MANUALE OPERATIVO PER OPERATORI E DOCENTI, DALLA SCUOLA PRIMARIA ALLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Autore

ELENA BUCCOLIERO – MARCO MAGGI

Pubblicazione

FRANCO ANGELI, 2017

Descrizione

Questo libro-manuale offre uno strumento di aiuto efficace e aggiornato ai tanti docenti e operatori che lavorano nella scuola e nei servizi educativi. Gli autori sono stati membri della Commissione Nazionale sul Bullismo e consulenti del Ministero della Pubblica Istruzione e della Ricerca per la realizzazione del sito www.smontailbullo.it.


Titolo

SEXTING E CYBERBULLISMO. QUALI LIMITI PER I RAGAZZI SEMPRE CONNESSI?

Autore

SHAHEN SHARIFF

Pubblicazione

EDRA, 2017

Descrizione

I fenomeni di cyberbullismo e di sexting sono sempre più frequenti e allarmanti. Il volume di Shaheen Shariff approfondisce gli aspetti educativi, legali e sociali correlati a tali fenomeni. Ricercatrice esperta sui temi delle nuove tecnologie, l’autrice traccia una linea di confine tra responsabilità giuridica, personale ed educativa in relazione ad alcuni dei casi più eclatanti affrontati dai media e dalla giurisprudenza canadese e americana. Allo scopo di rendere il testo fruibile anche per il lettore italiano, il volume riporta lo stato dell’arte della nostra legislazione e alcune sentenze della Corte di Cassazione. “Sexting & cyberbullismo. Quali limiti per i ragazzi sempre connessi?” è rivolto a tutti coloro che desiderano comprendere le complessità e le sfumature della comunicazione online dei giovani e le risposte migliori per trovare un equilibrio tra libera espressione, libera stampa, sicurezza, supervisione, protezione e regolamentazione della nostra società digitale, senza tuttavia ricorrere alla censura, a punizioni aspre e a normative eccessivamente rigide.


Titolo

BULLISMO, CYBERBULLISMO E NUOVE FORME DI DEVIANZA

Autore

ANNA LIVIA PENNETTA – GIULIANA ZILIOTTO

Pubblicazione

GIAPPICHELLI, 2019

Descrizione

Il presente volume intitolato ”Bullismo, cyberbullismo e nuove forme di devianza” intende approfondire le tematiche già espresse sull’argomento ma in parte rese ancora più pericolose per la diffusione di mezzi telematici anche ai più piccini. Si tratta di una monografia scientifica che si ritiene possa esser di utile consultazione ad avvocati e magistrati che potranno rinvenire molti casi giurisprudenziali anche in considerazione dell’attento aggiornamento di Dottrina e Giurisprudenza sul tema. Al  tempo stesso, raccoglie esperienze di buone prassi che possono aiutare genitori, insegnanti ed i ragazzi stessi. ”Bullismo, cyberbullismo e nuove forme di devianza” rappresenta un manuale utile per gli insegnanti che già seguono la Piattaforma ELISA (E-Learning degli Insegnanti sulle Strategie Antibullismo – www.piattaformaelisa.it) nata dalla collaborazione del MIUR con il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università di Firenze, alla quale ho partecipato per curare, in estrema sintesi, gli aspetti giuridici. In tal modo si è cercato di dotare scuole ed insegnanti di strumenti utili per intervenire in modo efficacie sui temi del bullismo e del cyberbullismo.


Titolo

CYBERBULLISMO E SEXITING. I PERICOLI DEL WEB

Autore

VANINA DIGLI

Pubblicazione

EDITORE INTRECCI, 2020

Descrizione

L’avvento di Internet e delle nuove tecnologie ha portato grandi cambiamenti nella società contemporanea, molti positivi, come la possibilità di comunicare potenzialmente in tempo reale con tutto il mondo, ma anche negativi. Infatti, il cyberspazio pone dei rischi significativi: l’isolamento dal mondo reale e la dipendenza da Internet che portano a distaccarsi da tutto ciò che concerne le i rapporti offline. Nell’epoca dei Social Network Sites, c’è stata una profonda trasformazione delle modalità di interazione ed è emerso anche un fenomeno già esistente da prima dell’arrivo del Web ma con caratteristiche ora differenti: il cyberbullismo. Questo libro ha come finalità la comprensione di tutti gli aspetti che riguardano questa forma di prevaricazione, realizzata tramite le moderne tecnologie della comunicazione, analizzando e sottolineando anche tutte le analogie e le differenze con il bullismo tradizionale.


Titolo

CYBERBULLISMO. GUIDA COMPLETA PER GENITORI, RAGAZZI E INSEGNANTI

Autore

MAURO BERTI – SERENA VALORSI – MICHELE FACCI

Pubblicazione

REVERDITO, 2017

Descrizione

Cyberbullismo, una parola sempre più utilizzata che rappresenta però un fenomeno in realtà poco conosciuto e delineato, confuso con il bullismo o con altre situazioni più o meno pericolose. Il testo presenta in modo chiaro cose e cosa non è il cyberbullismo, le differenze con il bullismo, le implicazioni psicologiche e legali, i suggerimenti per la prevenzione e l’intervento. Un testo di riferimento sul panorama nazionale per la sua completezza e per il facile linguaggio con cui è stato scritto. Ideale per genitori, educatori e insegnanti, che cercano risposte concrete in merito a come poter agire azioni educative efficaci e consapevoli.


Titolo

FAKE NEWS, HATERS E CYBERBULLISMO. A CHI SERVONO E COME DIFENDERSI

Autore

MAURO MUNAFÒ

Pubblicazione

CENTAURIA, 2020

Descrizione

Si parte dalle fake news: dalla loro nascita nel mondo predigitale fino alla loro “esplosione” online. Da dove arrivano, chi le produce e perché, come fanno a diffondersi tanto in fretta e con quali strumenti? Un focus è dedicato ad alcuni “rami” specifici e particolarmente preoccupanti delle fake news: quelle a uso politico/etnico, quelle a tema sanitario (vaccini/autismo), fino alla deriva del complottismo e della pseudoscienza (Bilderberg, scie chimiche). Questa parte si conclude poi con un approfondimento su fact-checking e con un prontuario su come verificare in prima persona le notizie e non cascare nelle bufale. La seconda parte del libro è dedicata invece agli haters e al cyberbullismo, spiegando l’evoluzione nel tempo di questo uso della rete e indicando anche possibili rimedi o metodi di comportamento, se si è vittime di questi fenomeni. Chi sono gli haters, da dove arrivano e quali sono i loro obiettivi? Questa sezione ha anche un focus su due fenomeni più “adulti”: il doxxing, ovvero l’esposizione al pubblico di informazioni private con intento diffamatorio, e il revenge-porn, la diffusione a scopo di vendetta di contenuti sessuali espliciti. In entrambe le parti lo svolgimento del libro unisce un racconto cronologico dei fenomeni a una spiegazione dettagliata, con l’aggiunta di casi specifici e aneddoti di rilevanza internazionale o dal forte valore simbolico, corredando tutto con dati, statistiche e report utili per contestualizzare il fenomeno.


Titolo

LA VIOLENZA IN UN CLIC. ITINERARI DI PREVENZIONE DEL CYBERBULLISMO FRA ADOLESCENTI

Autore

ROBERTO SGALLA – ANNA MARIA GIANNINI

Pubblicazione

EDIZIONE HOGREFE, 2018

Descrizione

Questo volume affronta il tema della violenza perpetrata attraverso la rete. Vittime e perpetratori sono adolescenti invischiati in relazioni che, per definizione “virtuali”, sono in grado di produrre sofferenze molto concrete, attraverso un clic. Seguendo un percorso tracciato dalle esperienze decennali realizzate dalle tante Istituzioni chiamate a dare una risposta a questo fenomeno, il libro, che presenta in appendice le linee guida specificamente messe a punto dalla Polizia di Stato, è testimonianza tangibile dei risultati che sinergia e cooperazione inter-istituzionale possono realizzare per tutelare efficacemente il futuro delle nuove generazioni.


Titolo

MAMMA VOGLIO FARE L’INFLUENCER. COME SOPRAVVIVERE TRA CYBERBULLISMO, SEXITING E ALTRE CATATROFI

Autore

ANDREA BILOTTO – JACOPO CASADEI

Pubblicazione

ALPES ITALIA, 2019

Descrizione

Sapete cosa è il sexting? Avete mai sentito parlare delle mode challenge? Siete sicuri di sapere cosa fa vostro figlio con lo smartphone? Questo manuale è pensato proprio per aiutare i genitori a conoscere le tendenze e mode diffuse tra gli adolescenti e soprattutto a difendersi dai pericoli legati all’utilizzo delle nuove tecnologie.


Titolo

REVENGE PORN E CYBERBULLISMO

Autore

ALESSANDRA PALADINO

Pubblicazione

ALPES ITALIA, 2020

Descrizione

Questo libro analizza e correla il revenge porn e il cyberbullismo, due nuove forme di prevaricazione, frutto della grande diffusione delle relazioni online che si concretizzano attraverso l’impiego dei sistemi telematici nel cyberspazio. La prima parte del volume propone una riflessione sul revenge porn ponendo l’accento sulla non consensualità alla divulgazione del materiale come aspetto centrale, palesando lo scenario delle possibili conseguenze ed evidenziando l’importanza della prevenzione per contrastare il fenomeno.
La seconda parte offre una panoramica del cyberbullismo, ne illustra le caratteristiche, gli strumenti utilizzati dai cyberbulli e le conseguenze, delineando i profili psicologici dei protagonisti e tracciando le linee di intervento. La terza parte del testo espone i profili giuridici e normativi dei due fenomeni con uno specifico riferimento all’Ammonimento del Questore come risorsa giuridica. Il libro intende rivolgersi a tutti coloro che entrano in contatto con il revenge porn e il cyberbullismo in ambito clinico, educativo e giudiziario quali psicologi, insegnanti, assistenti sociali, educatori e avvocati oltre che a tutti coloro interessati all’argomento.


Titolo

CYBERBULLISMO. COME AIUTARE LE VITTIME E I PERSECUTORI

Autore

FEDERICO TONIONI

Pubblicazione

MONDADORI, 2014

Descrizione

Il “cyberbullismo”, un termine diventato recentemente di tragica attualità, rappresenta oggi per la stragrande maggioranza dei minorenni una minaccia molto concreta, quasi come l’alcol e la droga, in una società in cui la dimensione “digitale” della vita privata, in particolare di quella dei più giovani, ha conquistato un ruolo predominante. Federico Tonioni, esperto di bullismo online, ci guida nel nuovo mondo delle relazioni via web, che noi adulti in gran parte non conosciamo e che quindi ci spaventa, facendoci sentire impotenti. Alla fine della scuola primaria, i ragazzi avvertono con maggior urgenza il bisogno di passare più tempo con i coetanei, di costruire amicizie solide, stabilire alleanze e complicità, non solo in classe. Oggi ciò che è cambiato sono i tradizionali luoghi di appuntamento, spesso sostituiti dalla “piazza virtuale”. Un cambiamento non privo di conseguenze sulla natura e sulla qualità dei rapporti personali. Perché se è vero che l’adolescenza è una fase della vita che è sempre stata caratterizzata dal rischio di essere sbeffeggiati, il cyberbullismo è molto più spietato: protetti dall’anonimato della rete, resi insensibili dalla mancanza di contatto fisico con la vittima, i carnefici non sanno misurare e prevedere le conseguenze dei loro atti. Il tutto sotto gli occhi della sterminata platea della rete e nell’assoluta mancanza di controllo da parte degli adulti, spesso all’oscuro delle dinamiche in cui sono immersi i cosiddetti “nativi digitali”.


Titolo

INTERNET E ADOLESCENTI. DAL CYBERBULLISMO ALLA WEB DIPENDENZA

Autore

DAVIDE MARTINELLI

Pubblicazione

PAESI EDIZIONI, 2019

Descrizione

Una lettura fondamentale per inquadrare il fenomeno nel giusto contesto, capire come gestire i dubbi e le fragilità dei giovani, evitare il loro isolamento patologico e gestire l’aggressività, le emozioni e le incertezze di chi sta passando l’età più turbolenta e difficile della vita, al tempo dei nativi digitali. Un e-book messo a punto da Consulcesi Club, da sempre al fianco dei medici per offrire una formazione ECM all’avanguardia e di altissimo livello. Un libro digitale rivolto tanto ai professionisti della Sanità, che possono ottenere in modo semplice i propri crediti ECM, quanto a chiunque voglia approfondire la tematica, mettendo in pratica in prima persona i rimedi proposti. Al suo interno: le più efficaci terapie individuali e di gruppo partendo da consigli pratici sugli errori più comuni da evitare, come la mancanza di dialogo e di attenzioni in famiglia, la sottovalutazione dei rischi del web, e al contempo indirizzando i terapeuti e le figure genitoriali verso un percorso di consapevolezza e autorevolezza in materia.


Titolo

CYBERBULLISMO. LA COMPLICATA VITA SOCIALE DEI NOSTRI FIGLI IPERCONNESSI

Autore

ILARIA CAPRIOGLIO

Pubblicazione

IL LEONE VERDE, 2017

Descrizione

Nella complessa vita sociale dei giovani iperconnessi il fenomeno del cyberbullismo è in forte crescita; con la complicità degli adulti che, illudendosi di avere dei figli nativi digitali perfettamente equipaggiati per affrontare il mondo del web senza correre rischi, non si sono preoccupati di fornire loro un’adeguata educazione ai media, capace di sviluppare il senso critico e la cultura del rispetto, indispensabili anche per vivere online. Il mondo virtuale rispecchia, talvolta amplificandola, la deriva del mondo reale e obbliga genitori ed educatori a riflettere sulle proprie responsabilità, senza poter ravvisare nel demone digitale un comodo capro espiatorio, utile per alleggerire le coscienze assopite sotto la confortevole coperta del mito del digital kid.


Titolo

L’ODIO ONLINE. VIOLENZA VERBALE E OSSESSIONI IN RETE

Autore

GIOVANNI ZICCARDI

Pubblicazione

RAFFAELLO CORTINA EDITORE

Descrizione

La diffusione di Internet ha reso possibile un dialogo ininterrotto, che si alimenta sui blog, sui forum, nelle chat, sui display degli smartphone. All’interno di questo dialogo globale, sono approdate le espressioni di odio razziale e politico, le offese, i comportamenti ossessivi nei confronti di altre persone, le molestie, il bullismo e altre forme di violenza che sollevano la curiosità del giurista. Come è nato il concetto di hate speech? Anche odiare è un diritto e quali sono i limiti che pongono gli ordinamenti giuridici? È mutato il livello di tolleranza e sono cambiati irreversibilmente i toni della discussione? A queste domande risponde l’autore, affrontando da un punto di vista giuridico, filosofico e politico il tema della violenza verbale e della sua diffusione nell’era tecnologica.


Titolo

DISCORSI D’ODIO. MODELLI COSTITUZIONALI A CONFRONTO

Autore

IRENE SPIGNO

Pubblicazione

Descrizione


Titolo

#ODIO. MANUALE DI RESISTENZA ALLA VIOLENZA DELLE PAROLE

Autore

FEDERICO FALOPPA

Pubblicazione

Descrizione

#Odio è un atipico manuale di resistenza che non si limita a setacciare la cronaca dei nostri giorni ma che del discorso d’odio ricostruisce una genealogia storico-giuridica, indica le spie linguistiche, fornisce strumenti di contrasto. Perché solo riflettendo sui limiti della nostra idea di hate speech e sui suoi complessi meccanismi possiamo provare a fermare la marea montante dei discorsi e dei fenomeni d’odio. E ritrovare il senso, inclusivo, della nostra società.

Quando il 10 maggio del 2020 la notizia della liberazione di Silvia Romano si diffonde nei social, la giovane rapita in Kenya diviene in pochi istanti il bersaglio di attacchi di ogni genere, tra auguri di morte, rabbiose accuse contro il mondo del volontariato, generici insulti sessisti. È bastato questo episodio per ricordarci la portata e la violenza di un fenomeno che la retorica dell’“Andrà tutto bene” sembrava aver ridimensionato. Ma che invece è più esplosivo che mai. Il discorso d’odio, o hate speech, non è di certo una novità, ma nell’epoca 2.0 ha trovato il modo di dilagare ovunque, inquinando e polarizzando ogni canale del dibattito pubblico: dai social ai media tradizionali, fino ai discorsi quotidiani al bar, è stato sdoganato, e in alcuni casi istituzionalizzato, un linguaggio via via più violento e pervasivo, ma allo stesso tempo sfuggente e polimorfico. Come avverte il linguista Federico Faloppa, infatti, le parole che feriscono non sono solo gli incitamenti all’odio urlati in maiuscolo dai leoni da tastiera o le invettive dei corsivisti più spregiudicati. Da sempre il discorso d’odio agisce anche in modo subdolo, politicamente trasversale e in forme meno esplicite: con metafore, reticenze e false ironie si esprime spesso al riparo da accuse e provvedimenti giudiziari, disseminando parole offensive, narrazioni stereotipate, stratagemmi retorici capaci di fomentare, in sordina, vecchi e nuovi hater.


Titolo

I DISCORSI D’ODIO COME PROBLEMA PEDAGOGICO EMERGENTE.

Autore

AUTORI VARI

Pubblicazione

“METIS”. MONDI EDUCATIVI 9(2)

Soggetto

UN TEMA CALDO, AL CENTRO, ORMAI, DI STUDI ACCADEMICI E DI DIBATTITI SUI MEDIA

Descrizione

“Le parole sono pietre, possono essere pallottole. Bisogna saper pesare il peso delle parole e soprattutto far cessare il vento d’odio che è veramente atroce. Lo si sente palpabile attorno a noi” (Camilleri).

È il paradosso, quello icasticamente descritto da Camilleri, di un “immateriale e invisibile palpabile”, di un “quid” fatto della stessa sostanza di ciò che ci mantiene in vita – l’aria che respiriamo – e che, però, può arrivare a uccidere. Spingendo giovani fragili a decidere di mettere fine alla propria vita; abbandonando donne, bambini e adulti alla deriva in balia delle onde; trasformando la libertà di parola in “libertà di uccidere”, di ferire, di offendere e accusare; rispondendo con la violenza alla violenza della parola, del pregiudizio, dello stereotipo ghettizzante, della forzata e forzosa tolleranza, della paura subita e agita.
Non è solo una questione di odio razziale, xenofobo, etnocentrico. È un problema di istigazione all’odio contro la “differenza”, che si caratterizza per l’utilizzo di espressioni che diffondono, incitano, promuovono e sostengono rappresentazioni riduttive e denigranti. Al punto che il rischio imperante è l’abitudine all’odio, l’assuefazione alla “banalità del male” e all’ingiuria.
Si tratta, allora, del rischio di abbandonare uomini e donne a una formazione – cognitiva, emotiva ed etica – collerica e intollerante, ad una strutturazione di mappe mentali che dell’odio facciano lo stile per connettere mondo interno e mondo esterno. Una connessione che poggia sulla paura dell’altro, sulla fragilità dell’essere umani, sulla ambivalente e contraddittoria moltiplicazione di spazi e strumenti di comunicazione.
È, quello dei discorsi d’odio, un tema caldo, al centro, ormai, di studi accademici e di dibattiti sui media che hanno portato il Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale della Presidenza del Consiglio dei ministri a istituire un Movimento contro l’istigazione all’odio. Offriamo questo tema alla riflessione della comunità scientifica e pedagogica, che potrà produrre piste di ricerca teorica e prassica in merito alla formazione della donna e dell’uomo.